I Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) rappresentano un importante ed autorevole strumento di verifica che può essere utilizzato da tutte le organizzazioni, sia pubbliche che private, per analizzare e migliorare le performance ambientali delle proprie attività e dei propri servizi.

 

Che cos’è? I sistemi di gestione ambientale sono strumenti volontari applicabili a una qualsiasi organizzazione che perseguono il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali attraverso lo sviluppo e l’attuazione della politica ambientale e la gestione degli aspetti ambientali di un’organizzazione. I SGA sono attuabili in base alla norma UNI EN ISO 14001 oppure conformemente al Regolamento Europeo EMAS. La registrazione EMAS si caratterizza principalmente per la sua natura istituzionale (Regolamento comunitario, presenza di una pubblicazione nella G.U.C.E. di un registro europeo delle organizzazioni registrate); mentre la norma ISO 14001 si caratterizza per essere stata elaborata dagli enti di normazione a livello internazionale e il suo modello di certificazione non vede un coinvolgimento diretto degli enti di controllo. Sebbene siano nati come strumenti di gestione a livello aziendale sono ormai da anni applicati anche alle amministrazioni locali.

EMAS presenta un valore aggiunto rispetto alla norma ISO 14001, in particolare per quanto riguarda l’obbligo per l’organizzazione di redigere una dichiarazione ambientale che esplicita verso l’esterno il rispetto degli impegni ambientali assunti nell’ottica del miglioramento continuo.

Come si realizza? I requisiti per l’implementazione di un corretto sistema di gestione ambientale sono comuni sia alla norma ISO 14001 sia al Regolamento EMAS. A livello applicativo possono seguire un percorso comune, anche se si differenziano su alcuni punti. Le fasi di implementazione di un SGA sono riassumibili in:

  • Analisi ambientale iniziale: analisi iniziale degli aspetti e impatti ambientali connessi all’attività dell’ente;
  • Politica ambientale: obiettivi generali di azione rispetto all’ambiente;
  • Programma ambientale: descrizione delle misure adottate per raggiungere gli obiettivi ambientali;
  • Sistema di gestione ambientale: parte del sistema di gestione (struttura, pianificazione, responsabilità, pratiche, procedure, processi e risorse) che consente di sviluppare la politica ambientale e di conseguenza l’efficienza ambientale;
  • Audit ambientale interno e riesame della direzione: valutazione sistematica, documentata e periodica delle prestazioni ambientali e del SGA dell’ente.
  • Dichiarazione ambientale (per EMAS): destinata al pubblico, contiene informazioni sul SGA dell’ente.
Perché è utile? Il sistema viene poi sottoposto a verifica da parte di un ente terzo accreditato che rilascia un certificato di conformità alle norme di riferimento (ISO, EMAS).

Costituisce un efficace supporto alle politiche ambientali locali, all’innovazione gestionale interna e al miglioramento delle relazioni con il territorio ed i suoi vari attori.

Oltre a rappresentare un valido strumento di gestione ambientale, assicura la promozione della trasparenza e dell’efficacia delle forme di governo e della gestione delle risorse.

Promuove il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali.

Consente una valutazione sistematica, obiettiva e periodica dell’efficacia del sistema.

Migliora la partecipazione attiva, formazione e comunicazione interna ed esterna all’ente.

Permette di raggiungere e dimostrare buone performance ambientali, adottando una politica ambientale e definendo gli obiettivi di miglioramento.

Consente una gestione integrata del territorio attraverso la valutazione e il controllo degli aspetti ambientali, diretti e indiretti, prodotti dalle attività del Comune ma anche dalle varie attività che si svolgono nel territorio.

A chi è utile? Il sistema è stato di solito implementato dal singolo ente, ma si stanno sviluppando progetti a livello sovra-ordinato (ad esempio nei distretti industriali).
Quali sono i limiti? Gestito ad un livello tecnico e in modo non sempre raccordato al processo decisionale dell’ente.

Difficoltà a raccordarsi con gli altri strumenti di pianificazione e controllo dell’ente.

In quali settori si applica? È applicabile all’intera amministrazione o ad un settore specifico.
Come si integra? Si integra agli strumenti ordinari e volontari adottati dall’Ente per la programmazione strategica e gestionale e con gli altri strumenti gestionali dell’ente (Bilancio ambientale, Agenda 21, GPP, ecc).